Wiko Recensioni, prezzo e caratteristiche

Wiko Recensioni, prezzo e caratteristiche

Gli smartphone della View2 Collection, ovvero View2 e View2 Pro, sono arrivati sul mercato italiano nel corso della primavera 2018, riscontrando un importante successo non solo tra il pubblico, sempre più vasto di wikonauti, ma anche tra gli addetti ai lavori che hanno dedicato recensioni particolarmente interessanti ai due modelli. Ampia attenzione e visibilità alla View2 Collection è garantita anche dal roadshow, organizzato assieme ad Andrea Galeazzi, con diverse tappe lungo lo stivale: Palermo, Catania, Cagliari e Bari.

View2 e View2 Pro si contraddistinguono per il display Full Screen da 6" in 19:9, per un'esperienza totalmente immersiva, protetta dal Gorilla Corning Glass. Per sbloccare i due dispositivi la scelta è vasta: non solo il fingerprint o i metodi più tradizionali, ma anche l'innovativo Face Unlock. La doppia fotocamera principale di View2 Pro è da 16+8 MP, è dotata di un sensore superiore Sony IMX499 da 16 MP e sensore inferiore da 8MP con grandangolo 120°, con un’apertura focale ultra-large pari a f/1.75. Con questi due modelli potrete garantire un uso intenso e variegato lungo tutto l'arco della giornata, grazie alla batteria da 3000 mAh. Volete saperne di più, leggete l'approfondimento sui due modelli protagonisti del lusso democratico secondo Wiko.

Secondo La Stampa, Wiko View2 e View2 Pro sono "eleganti e completi", con un "prezzo interessante e dotati di funzioni e caratteristiche tipiche dei gadget più costosi e recenti." Panorama aggiunge che Wiko View2 Pro ha un display intrigante a un prezzo competitivo. Nella frenetica rincorsa al notch, c'è chi sceglie la terza via, quella della sperimentazione". AndroidWorld si sofferma sull'estetica: "un design molto curato e moderno e una nuova interfaccia semi-stock che vuole dimostrare il forte cambiamento intrapreso dall'azienda". Concludiamo con Webnews.it, secondo cui "View2 Pro si guadagna il titolo di miglior smartphone Wiko visto fino ad oggi. Il produttore francese ha finalmente trovato la strada giusta da percorrere. Wiko con View2 Pro mostra i muscoli e mette nero su bianco la volontà di distinguersi dai competitor. Lo fa con un design tutto suo e con caratteristiche ben bilanciate. E’ uno degli smartphone da tenere in considerazione per chi cerca un buon rapporto qualità-prezzo."

Gli smartphone Wiko WIM e WIM Lite, lanciati sul mercato italiano nel mese di luglio 2017, si contraddistinguono per un’esperienza video-fotografica stupefacente. Grazie alla collaborazione con Qualcomm, WIM offre la migliore combinazione tra la doppia fotocamera e il suo chipset, per un’eccezionale qualità dell’immagine. Con DXO, il leader del settore dell'immagine di qualità, abbiamo invece ottenuto un'ottimizzazione superiore della fotocamera. Insieme a Vidhance, infine, abbiamo dato vita a un’ottimizzazione e a una stabilizzazione dei video senza precedenti.

Doppia fotocamera professionale

La doppia fotocamera di WIM con risoluzione da 13+13 MP (RGB + B&N) è ottimizzata grazie ai sensori che lavorano in maniera armonica, garantendo ancora più sensibilità alla luce, colori nitidi e precisione nei dettagli, in condizioni di alta e bassa luminosità. La selfie camera da 16 MP e dotata di Selfie Flash, al top nel mercato, permette di effettuare selfie a profusione, senza preoccuparsi delle condizioni di luce. Inoltre, grazie alla modalità Portrait Blur, è possibile modificare la messa a fuoco degli autoritratti. Anche WIM Lite è dotato di un comparto fotografico al top per il segmento, con una fotocamera principale da 13 MP, una selfie camera da 16 MP e la possibilità di realizzare video in HD e stabilizzati grazie al software Vidhance.

Selfie Camera da 16 MP con Selfie Flash

Ma come funziona la doppia fotocamera di WIM? Di default, è “settata” proprio come doppia fotocamera, ovvero con l’obiettivo di ottenere le foto con la più alta qualità fotografica. Per processare lo scatto, il processore impiega quindi alcuni secondi per elaborare l’immagine e renderla così disponibile per le successive azioni. In cosa consiste questa elaborazione? Il processore scatta quattro foto per ciascun sensore, seleziona le migliori tre coppie, le unisce un’unica fotografia e poi applica l’algoritmo di ottimizzazione per migliorarne la qualità. Chiaro, no?

I due smartphone realizzano rispettivamente video in 4K con Autozoom e HD, in entrambi i casi con stabilizzazione (lo ribadiamo, con ottimizzazione frutto della collaborazione con Vidhance) e ulteriori funzioni creative quali lo slow motion e il time lapse.

Più in generale, Wiko WIM e WIM Lite - rispettivamente con un display da 5,5” e 5” - sono stati accolti positivamente da alcune recensioni in rete, come quella di Andrea Galeazzi in cui i materiali, il design e il touch&feel di WIM sono descritti come decisamente soddisfacenti. Nella sua recensione, Andrea Galeazzi parla positivamente anche dei video, che sono descritti come di ottima fattura ma, soprattutto, sono lodati per “una stabilizzazione video impressionante. Probabilmente la migliore mai vista”. Tornando al design, anche secondo HDBlog il design è un aspetto positivo: “buone le finiture con un frame interamente realizzato in materiale metallico che impreziosisce e rende più solita la struttura” dello smartphone.

Design moderno ed elegante

I prezzi consigliati dei due modelli sono al momento di 399,99 EUR per WIM e 199,99 EUR per WIM Lite. Secondo La Stampa, nella recensione che potete trovare online, la dotazione di WIM è decisamente buona per il prezzo richiesto: Snapdragon 626 a 64 bit, 8 core ARM A53 a 2.2 Ghz, fondamentali per gestire la doppia fotocamera e la stabilizzazione video”. A quanto già detto, aggiungiamo la menzione di una caratteristica tecnica essenziale e che, nel caso di WIM, è al pari dei top di gamma del mercato. Stiamo parlando della RAM da 4 GB (che nel caso di WIM Lite 3 GB, ben sopra gli smartphone “competitor” del suo settore). Se state puntando a un’esperienza video-fotografica solida, innovativa e sorprendente, la vostra scelta ricadrà su WIM. Se invece desiderate spendere un po’ meno e avere comunque uno smartphone che garantisca ottime performance multimediali, potete puntare su WIM Lite.

Sempre secondo La Stampa, il comparto video di WIM che permette di stabilizzare video in 4K con Auto Zoom, è ottimo, soprattutto “per lo stabilizzatore automatico che permette di avere filmati privi di scossoni anche in presenza di scene movimentate, tanto che in alcuni casi sembra quasi di aver montato il telefono su uno stabilizzatore meccanico”. Una soluzione da veri Pro! Se quindi vi sentite come un regista dietro la cinepresa, è il momento di mettervi alla prova e realizzare video creativi in slow motion o ritmati time lapse in 4k!

Sensore per il riconoscimento selettivo delle impronte digitali

Per approfondire la conoscenza di WIM e WIM Lite potete vedere il video su questa pagina o documentarvi ulteriormente leggendo le schede tecniche sulle rispettive pagine prodotto di WIM e WIM Lite.

Prodotti correlati

Indietro

Da leggere anche nella rubrica:

Wiko View3 Range

Scoprite la nuova gamma di smartphone Wiko View3. View3 e View3 Pro: 2 prodotti che hanno molto in comune. Continuando a offrire un’esperienza immersiva,...